FILIPPO COZZI

Filippo Cozzi, sassofonista milanese (tenore, contralto e soprano), nel 2005, dopo la laurea triennale in storia ad indirizzo musicologico, frequenta i Civici Corsi di Jazz fino al 2007.

Insegnanti Musindò
Filippo Cozzi, insegnante Musindò Certificato Audiation Institute

In quel periodo ha modo di approfondire lo studio dello strumento con Mauro Negri. Nel 2008 viene ammesso al corso triennale di jazz del conservatorio di Como dove ha modo di studiare con Marco Micheli (suo relatore di tesi), Claudio Allifranchini, Alberto Mandarini, Riccardo Luppi, Carla Magnan e Carlo Morena. Nello stesso periodo studia anche con Daniele Cavallanti presso la scuola CEMM di Bussero, dove  frequenta un workshop permanente che darà vita al Creative Jazz Ensemble. All’interno di questa orchestra ha modo di conoscere Vito Emanuele Galante (tromba) e Francesco Chiapperini (clarinetto, cl. Basso, sax alto e flauto), con i quali inizia una collaborazione che dura tutt’ora, dando vita a numerosi progetti. Con l’apporto di Paolo Benzoni (batteria) e Luca Pissavini (contrabbasso), nel 2010 nasce infatti il gruppo Nido Workshop, quintetto guidato da Pissavini e Chiapperini che partecipa a diversi concorsi ottenendo numerosi riconoscimenti (Concorso Chicco Bettinardi: Premio della Critica e del Pubblico, Porsche Giovani e Jazz: primi classificati ex-aequo con Fabio Giachino Trio, International Jazz Contest: Filippo Cozzi borsa studio Siena Jazz come miglior solista).Il gruppo registra poi tre dischi, due in studio (uno in uscita a febbraio 2016 per Filibusta Records) ed uno live.Nel 2013, partendo dal progetto di tesi sviluppato presso il conservatorio di Como un anno prima,   incido il primo disco del suo quintetto, Funkin’ Monks, edito da Bunch Records.Il progetto vede la partecipazione di Gabriele Orsi alla chitarra, Andrea Bruzzone alla batteria, Luca Pissavini al basso, Vito Emanuele Galante alla tromba e Filippo Cozzi al sax tenore.Nel 2012 incide il disco “Odd or Even” con Artchipel Orchestra diretta da Ferdinando Faraò. Nel 2013 entra a far parte di Ars Octet, formazione diretta dal trombonista Beppe Caruso.Dal 2014 fa parte del quartetto LuPi del contrabbassista milanese Luca Pissavini.

sax gordon

Negli ultimi anni approfondisce la sfera della didattica declinandola principalmente su due versanti: la propedeutica musicale e la pratica strumentale (improvvisazione, musica d’insieme ecc…). All’interno di questo ambito ha modo di frequentare diversi seminari tenuti da Cristopher Azzara, Dina Alexander, Margherita Valtorta e Roberto Barbieri. Dal 2014 collabora stabilmente con questi ultimi entrando anche a far parte dell’associazione Musicali Si Cresce, con la quale tengono numerosi concerti per la fascia 0-6.

Come concertista, nel corso degli anni, ha sviluppato collaborazioni anche con numerosi gruppi della scena reggae e ska italiana come i Rootical Foundation (band di cui fa parte ormai da 10 anni), Shame & Skandal, Manu & Mama’s Anthem,  Matrioska e Vallanzaska. Con essi e con le varie formazioni jazz con cui collabora ha preso parte a diversi festival fra cui Novara Jazz, Ahumm Jazz Festival, Clusone Jazz, MITO, Suoni a Sud, Ritmo delle Città, BaBaBoom festival, Positive River festival, Carroponte, Chiemsee, Campo Volo Reggae Festival e molti altri.