IL BLOG,  Senza categoria

CHITARRA E ACCORDATURE APERTE: COME SFRUTTARLE NELL’INSEGNAMENTO

Oggi parliamo delle accordature aperte, e di come possono essere utilizzate per avvicinare un bambino alla chitarra.

La difficoltà di suonare questo strumento per i principianti è infatti la conoscenza del manico, che può limitare un po’ il divertimento iniziale per la difficile memorizzazione della posizione delle note: sono convinta che sfruttare questo tipo di accordature favorisca un approccio motivante per l’allievo, oltre a favorire l’ascolto e lo sviluppo di quella che chiamiamo Audiation, sopperendo inizialmente alle carenze tecniche (che si svilupperanno piano piano insieme al senso musicale).

chitarra bambini

Innanzitutto, cosa significa accordatura aperta, o open tuning?

Avviene quando le corde a vuoto sono accordate in modo tale da restituire un accordo già formato, (che può essere maggiore, minore, ect…)

Non è raro nella musica moderna o nel country, incontrare chitarristi che utilizzano questa tecnica, magari anche solo per un brano: essa ci consente, infatti, di formare accordi in modo meno complesso o di creare una successione di note che non potrebbero essere usate in una situazione normale. L’accordatura aperta allarga il campo delle possibilità espressive, oltre a creare una sonorità e un’atmosfera particolari.

Perché introdurre le accordature aperte nell’avvicinamento alla chitarra con i bambini?

chitarra bambini
L’accordatura aperta

Utilizzare un’accordatura aperta può inizialmente essere utile per prendere confidenza con lo strumento, dedicandosi allo studio di un aspetto alla volta, in questo caso più alla mano destra. La mano sinistra avrà un lavoro semplificato, ma che permetterà di ottenere grandi risultati: accordi già complessi eseguiti in posizioni facilitate, diteggiature più immediate che consentiranno di concentrarsi sulla tecnica senza tralasciare l’ascolto e lo sviluppo della musicalità. Questo tipo di lavoro consente inoltre di suonare fin dalle prime lezioni, anche in gruppo: trovando la tonalità migliore per tutti gli strumenti, è possibile accordare la chitarra per formare accordi di base.

Come realizzare accordature aperte, ecco le più consigliate:

  1. OPEN E: MI SI RE SOL# SI MI Suonando a vuoto tutte le corde otteniamo un E, se siamo in gruppo possiamo ad esempio improvvisare un blues. Con un dito sul terzo tasto della seconda corda otteniamo un E7, ottimo quindi anche per far ascoltare accordi particolari agli allievi fin da subito
  2. Accordatura OPEN C: MI SOL DO SOL DO MI (per esempio, utile per giocare con pattern di tonica su Do Maggiore etc)
  3. OPEN F: FA DO FA LA DO FA
  4. Accordatura OPEN G: RE SOL RE SOL SI RE (drop D)
  5. OPEN Esus2: MI SI RE FA# SI MI

Queste accordature, come notate, ci forniscono l’accordo completo per arpeggiare o per creare dei pattern di tonica. Da qui possono nascere tanti giochi per gli allievi, anche combinati: giochi a specchio e di imitazione, un allievo girato riconosce (dato il contesto) un accordo di tonica o di dominante a seconda di quale chitarra ha suonato, riconoscere il primo suono del pattern ad orecchio, improvvisare creando un pattern diverso o uguale a quello suonato.

chitarra accordatura
Corso di chitarra Gordon
CONSIGLIO DI LETTURA: E’ possibile trovare un lavoro molto utile sulle accordature aperte nel libro di Kristian Sensini “Il Jazz un Gioco da Ragazzi”, ed. Progetti Sonori.

Vi segnalo anche questo programma GUITARTOOLKIT, che permette di visualizzare in tempo reale gli accordi con accordature aperte di vario tipo, e può essere molto utile agli insegnanti.

Tutto questo lavoro portato sull’ukulele (a breve un nuovo tutorial!) assume un valore ancora maggiore in quanto è più semplice la formazione degli accordi, poiché aggiungendo anche solo un dito permette possibilità di movimento ancora più ampie sul manico.

Realizzato da Marta Noè, Musicista ed Insegnante Musindò Accreditata Audiation Institute, in collaborazione con Marco Filippini, chitarrista professionista ed insegnante  (www.marcofilippiniguitar.it)

Lascia un commento