contrabbasso
Senza categoria

GENITORI E MUSICA: COME FAVORIRE L’APPRENDIMENTO MUSICALE DEL BAMBINO?

Mi viene spesso da riflettere su quanto, anche solo nel secolo scorso, la musica permeasse la nostra società, molto di più rispetto ad oggi: quasi ogni casa possedeva uno strumento musicale (ora infatti i miei allievi spesso dicono “Io ho il pianoforte, ma a casa dei nonni!”), si cantava tanto in famiglia, c’era sempre qualcuno con una chitarra a creare gruppo e i bambini assorbivano ovviamente l’atmosfera. Come possiamo ritornare dei genitori musicali?

Musica in famiglia nel novecento
Genitori musicali del secolo scorso

Ora forse è un po’ più difficile: è cambiato qualcosa nella nostra mentalità, che tende a farci dire “si da piccola suonavo, ma ora non più” o “no ma io non ho studiato” (ma avrei tanto voluto) o ancora “mio marito dice che sono stonatissima!” (papà, cortesemente, piantatela!): insomma, difficile che qualcuno tiri fuori una chitarra durante una cena o si lanci a cantare a fine serata.

In genere, si tende ai giorni nostri a delegare ad ambiti specifici e a personale iperqualificato, e sebbene la musica faccia da sottofondo molto di più rispetto a prima (prevalentemente grazie allo sviluppo tecnologico), non ha sicuramente più lo stesso valore sociale (difficile sentir suonare dal vivo agli angoli di strada ormai, ci vuole il permesso anche per quello).

In verità, quando parliamo di diventare un “genitore musicale”, vogliamo semplicemente suggerire una riscoperta del proprio lato musicale: vivere il piacere di condividere la musica con i nostri figli.

E per far questo, non è necessario essere musicisti professionisti.

I momenti in cui ascoltiamo musica con i bambini spesso sono limitati o non appropriati: apparecchi quali smartphone, tablet, computer, non sono i mezzi tecnologici più indicati per l’ascolto di musica, poiché tendono ad offrire un suono molto compresso.

Ovviamente il modo migliore sarebbe avere la possibilità di ascoltare uno strumento dal vivo e la voce umana cantata: ma comunque, ci basterebbero piccoli accorgimenti sull’apparecchio usato per la riproduzione musicale per cambiare la qualità dell’ascolto (io per esempio ho reinstallato dall’estate scorsa in salotto il vecchio giradischi di mio papà!).

Genitori musicali anche a casa
Vinile in salotto? Perché no

Consigliati: stereo, piccolo impianto audio, casse bluetooth di ultima generazione (ce ne sono davvero di abbordabili nei prezzi e di ottima qualità, si collegano al cellulare direttamente).

Inoltre, c’è questa strana credenza per cui si pensa che ai bambini piacciano le canzoni “per bambini”: io penso che di queste canzoncine, ai bambini, piacciano molto le parole, non la musica (e allora stiamo facendo un altro tipo di esercizio, volto a sviluppare il linguaggio, e non la musica).

Nel proporre musica al bambino, dovremmo fare molta attenzione che sia musica che innanzitutto anche noi vogliamo ascoltare con lui: inutile ascoltare un genere musicale lamentandoci che non ci piace!

Meglio allora i brani che piacciono a noi, anche musicalmente complessi, e che possiamo realmente vivere e condividere.

Qui nel blog, ad esempio, durante tutto l’anno diamo un suggerimento musicale ai genitori, per poter ampliare la propria base d’ascolto in modo piacevole: sono tutti brani selezionati per caratteristiche di contenuti musicali, modi, metri, brevità, varietà…un modo facile per poter usufruire della musica (ok, il link è da YouTube per comodità, ma ognuno potrebbe riprodurlo o ascoltare l’originale e non l’mp3!)

Un punto a favore dei nostri tempi, trovo invece sia la musica dal vivo che si realizza nei grandi eventi: i concerti sono ancora grandi punti di aggregazione, forse anche più che in passato.

Gli artisti sono in grado di smuovere folle oceaniche, e li vedo ancora tanta voglia di stare insieme nella musica. Ecco, forse spesso non sono adattissimi (per luoghi, orari serali e volume) ai più piccoli, ma comunque se ben dotati di cuffie apposite anche i bimbi possono godersi questo momento. Esistono poi un sacco di rassegne musicali per bambini e famiglie, piacevolissime e nel weekend: un’occasione per i bambini di godere della musica vicino a mamma e papà.

Il consiglio principale allora è di creare intorno al bambino un ambiente musicale favorevole, rendendoci modello di musica:

siamo tutti perfettamente in grado di trasformarci in genitori musicali, provare per credere!

Concerti per bambini
Mamma, papà, mi portate ad un concerto?

 

Lascia un commento