insegnante di musica
IL BLOG

COME SCEGLIERE L’ INSEGNANTE DI MUSICA?

Come scegliere l’insegnante di musica?

Scegliere l’insegnante per un corso di musica per bambini non è per niente facile: l’offerta è tanta, e le metodologie valide sono svariate. C’è chi si inventa insegnante dopo un solo workshop introduttivo perché “tanto sono bambini”, c’è chi studia anni ma non riesce ad applicare quanto ha imparato.

Spesso poi anche la vicinanza del corso a casa o a scuola gioca un ruolo importante, a discapito della scelta dell’insegnante. Come stabilire dei criteri nella scelta dell’insegnante dei nostri bambini?

insegnante di musica
Quali sono i requisiti importanti di un buon insegnante di musica?

Ecco un elenco di caratteristiche che non possono assolutamente mancare al vostro insegnante:

1.FORMAZIONE. Al primo posto dei requisiti più importanti troviamo proprio questo: la preparazione, lo studio ed una eventuale certificazione (attenzione anche qui perché vi è un mondo dietro le certificazioni e i marchi registrati, non sempre salutare). Diffidate sicuramente del “fai da te”: non ci si inventa come stare con i bambini, si studia, tanto e di continuo. Allo stesso tempo, la “formazione del conservatorio” ti rende un buon musicista (si spera), ma non necessariamente un buon insegnante: per diventare insegnanti sono necessarie competenze specifiche che si acquisiscono dal confronto con i colleghi e dalla formazione. Anche perché, diciamocelo, stare con i bambini non è affatto semplice: la richiesta è alta, l’attenzione anche…servono competenze e una gestione corretta per favorire un sano e proficuo apprendimento. Non sentitevi sbagliati nell’approfondire e richiedere le qualifiche, ogni insegnante saprà spiegarvi il proprio percorso!

2.PROFESSIONALITA’: professionalità è mantenere un clima di apertura e di dialogo su ogni aspetto di questo lavoro. L’attenzione al percorso di ogni allievo, rispondere alle domande dei genitori, avere uno spazio adatto alle esigenze dei bambini.

3.GESTIONE: del gruppo classe (e qui torniamo all’importanza della formazione), dei calendari e nel rispetto degli orari, i pagamenti e la contabilità.

4.EMPATIA: con i bambini e con gli adulti. Un corso di musica non termina fuori dalla porta, perché la relazione è la base di ogni apprendimento: saper porre attenzione anche con i genitori è fondamentale. A lezione, con i bambini, è un requisito basilare, perché permette di favorire un apprendimento proficuo in un clima sereno e rilassato.

 

Marta – Una Maestra di Musica

Via Belfiore 9, Milano

Lascia un commento